Stazione Unica Appaltante

SUA della Città Metropolitana di Genova

Tu sei qui

Soggetto aggregatore

Il soggetto aggregatore è una centrale di committenza qualificata per l’acquisizione aggregata di beni e servizi per conto della pubblica amministrazione.

L’articolo 9 del Decreto-Legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito in legge 23 giugno 2014, n. 89, prevede l’istituzione dell’elenco dei soggetti aggregatori, fino a un massimo di 35 per tutto il territorio nazionale.

Sono soggetti aggregatori di diritto Consip S.p.A. e una centrale di committenza per ciascuna regione, costituita ai sensi dell'articolo 1, comma 455, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.

Possono richiedere l’iscrizione nell’elenco dei soggetti aggregatori le città metropolitane, le province, le associazioni, le unioni e i consorzi di enti locali, ivi compresi le convenzioni tra comuni per la gestione associata della funzione acquisti, che abbiano i requisiti previsti dal D.P.C.M. 11 novembre 2014.

La Legge di stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208, ha esteso a tutti i soggetti aggregatori la possibilità di stipulare le convenzioni di cui all’articolo 26, comma 1, della legge 23 dicembre 1999, n. 488.

Il soggetto aggregatore è comunque titolato, per effetto di quanto previsto dall’articolo 33 del Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163, ad operare come stazione appaltante per la gestione di gare relative a specifiche commesse per lavori, beni e servizi.

Gli strumenti a disposizione del soggetto aggregatore sono quindi la gara su delega, l’accordo quadro, la convenzione, il sistema dinamico di acquisizione e gli altri strumenti elettronici di acquisto di cui si sia dotato in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente.

Il ricorso al soggetto aggregatore per l’acquisizione di beni e servizi è generalmente facoltativo, ferma restando la convenienza economica degli acquisti autonomi, ma sarà reso obbligatorio per alcune categorie merceologiche.

Il Tavolo Tecnico dei Soggetti Aggregatori, istituito dal D.P.C.M. 14 novembre 2014, ha tra i suoi compiti principali la raccolta dei dati ai fabbisogni di acquisto di beni e di servizi delle amministrazioni, la pianificazione integrata e coordinata, l’armonizzazione delle iniziative di acquisto dei soggetti aggregatori, nonché l’individuazione delle categorie merceologiche e delle soglie di acquisto aggregato obbligatorio che saranno disciplinate con apposito decreto.

La Legge di stabilità 2016 ha ampliato a tutto il territorio regionale l’ambito di competenza di ogni soggetto aggregatore per le categorie merceologiche e le soglie obbligatorie.

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer