Gara ID3990

Gestione integrata dei servizi per il lavoro nell’area metropolitana genovese

Bando di gara

Generali
Tipo procedura: 
Genere: 
ID Gara: 
3990
Oggetto gara: 
Gestione integrata dei servizi per il lavoro nell’area metropolitana genovese
Importo complessivo: 
€ 2.867.000,00
Descrizione generale: 

L’appalto ha per oggetto l’affidamento in un unico lotto della gestione dei servizi per il lavoro, erogati agli utenti – lavoratori e imprese - dei Centri per l’Impiego della Città Metropolitana di Genova e dagli sportelli territoriali per il lavoro, nell’ambito della programmazione del P.O. Regione Liguria Fondo Sociale Europeo 2014 - 2020

Comunicazioni
Comunicazioni: 
Data comunicazione: 
09/12/2015
Titolo comunicazione: 
è disponibile l'avviso di esito di gara.
Titolo comunicazione: 
è disponibile la determinazione di aggiudicazione - è stato stipulato il contratto
Descrizione comunicazione: 
Nella sezione Allegati è disponibile la determina di aggiudicazione n. 3812/83808 del 22 ottobre 2015 e l'esito di gara. In data 18 gennaio 2016 è stato stipulato il contratto
Punto di acquisto: 
Stazione Unica Appaltante

Chiarimenti

N. 6 del 04/09/2015 Domanda:

Si richiedono chiarimenti circa l'ammissibilità di accordi tra appaltatore e Comuni del territorio riguardanti il personale qualificato operante attualmente negli sportelli territoriali.


Risposta:

Il contenuto dell’accordo tra il concorrente e I Comuni è discrezionale e può ricomprendere specifiche inerenti il gruppo di lavoro, di cui agli artt. 11, 12 e 34 punto 2 del capitolato, ivi compreso l’utilizzazione del personale attualmente operante negli sportelli territoriali .

N. 5 del 04/09/2015 Domanda:

Si richiede di specificare in quale fase della procedura di gara (contestualmente all'offerta, tra l'offerta e l'aggiudicazione, posteriormente all'aggiudicazione) e in che forma i suddetti accordi (lettera di intenti, protocollo di intesa ecc.) devono essere sottoscritti con gli enti locali.


Risposta:

I concorrenti possono formulare in sede di offerta proposte relative alla copertura territoriale del servizio, esponendo la rete di relazioni con le istituzioni locali interessate a favorire il piu’ ampio accesso dei cittadini ai servizi. Tali reti devono essere esplicitate in accordi organizzativi che possono essere formulati attraverso lettere di intenti, protocolli di intesa o altre forme di collaborazione con i Comuni del territorio metropolitano e devono descrivere le modalità di erogazione dei servizi rappresentati nel capitolato.

N. 4 del 04/09/2015 Domanda:

Ogni società deve avere prestato servizio c/o call center?


Risposta:

Per quanto concerne il requisito tecnico indicato nel bando di gara riferito all’attività di call center si specifica che tale requisito deve essere dimostrato da tutte le imprese associate solo nel caso di ATI di tipo orizzontale, rispettando i livelli minimi richiesti. In caso contrario, tale requisito dovrà essere dimostrato solo dall’impresa indicata quale esecutrice della prestazione stessa.

N. 3 del 04/09/2015 Domanda:

Relativamente all’attività relativa al servizio di tele informazione (call center): si chiede di chiarire se ogni società deve avere prestato servizio c/o call center sia di società pubbliche che private?


Risposta:

NO, tale attività può essere stata prestata sia presso società private che presso enti pubblici e non necessariamente in entrambi. Per la descrizione specifica del servizio di tele informazione si rimanda al punto 5.9 del capitolato speciale d'oneri.

N. 2 del 04/09/2015 Domanda:

Tra i requisiti di capacità tecnica, è richiesta l’iscrizione all'apposito Albo delle Agenzie per il Lavoro ai fini dello svolgimento delle attività di somministrazione, intermediazione, ricerca e selezione del personale, supporto alla ricollocazione professionale ai sensi del D.Lgs n. 276/2003 e successive modificazioni e integrazioni, istituito presso il Ministero del lavoro. L’iscrizione all’Albo delle Agenzie per il Lavoro si intende ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera a), del D.Lgs n. 276/2003 (Agenzie Generaliste), oppure per una qualsiasi tipologia di servizio di cui all'art. 4, comma 1, del D.Lgs n. 276/2003?


Risposta:

È richiesta l’iscrizione all’Albo delle Agenzie per il Lavoro per una qualsiasi tipologia di servizio di cui all’art. 4, comma 1, del D.Lgs. n. 276/2003 e successive modificazioni e integrazioni.

N. 1 del 04/09/2015 Domanda:

Qualora l’aggiudicatario fosse un’associazione temporanea d’impresa, si richiede di sapere se i pagamenti saranno effettuati dall’amministrazione ad ogni componente dell’ATI oppure alla Società capofila.


Risposta:

In sede di costituzione dell’ATI gli operatori economici associati potranno definire le modalità di fatturazione e di regolazione dei rapporti interni. Per l’amministrazione è indifferente che i pagamenti siano effettuati a beneficio della capogruppo (mandataria), a fronte di un’unica fattura emessa dalla stessa oppure a fronte delle fatture emesse dai singoli associati per le quote di pertinenza. In questa seconda ipotesi il mandatario e ogni singolo mandante, dovranno esser titolari di un conto dedicato come previsto dalla legge sulla tracciabilità dei flussi finanziari (Legge 13 agosto 2010, n. 136).