Gara ID4270

Concessione della gestione della Residenza Protetta e di Mantenimento “Bartolomeo Schenone”.

Bando di gara

Generali
Tipo di procedura: 
Genere: 
ID Gara: 
4270
Oggetto gara: 
Concessione della gestione della Residenza Protetta e di Mantenimento “Bartolomeo Schenone”.
Importo complessivo: 
€ 8.050.000,00
Descrizione generale: 

L’appalto ha per oggetto l’affidamento in concessione della gestione della Residenza Protetta e di mantenimento “Bartolomeo Schenone”, secondo le modalità indicate nel Capitolato Speciale d’Oneri.

Lotti
Lotti: 
Genere: 
Lotto: 
Lotto 1
Amministrazione Aggiudicatrice: 
Comune di Lumarzo
Criterio di aggiudicazione: 
Offerta economicamente più vantaggiosa
Descrizione lotto: 
L’appalto ha per oggetto l’affidamento in concessione della gestione della Residenza Protetta e di mantenimento “Bartolomeo Schenone”, secondo le modalità indicate nel Capitolato Speciale d’Oneri.
Codice CIG: 
7715738C69
Codice CPV: 
85311100
Importo lotto: 
€ 8.050.000,00
Nominativo RUP: 
Sabina Desiderato
Telefono RUP: 
018596135-6
Comunicazioni
Comunicazioni: 
Data comunicazione: 
21/12/2018 to 31/01/2019
Titolo comunicazione: 
Dettaglio costi personale e utenze
Descrizione comunicazione: 
Nella sezione allegati è stato pubblicato il dettaglio costi personale e utenze
Data comunicazione: 
25/01/2019 to 01/02/2019
Titolo comunicazione: 
Seduta pubblica di apertura offerte tecniche
Descrizione comunicazione: 
Si comunica che il giorno martedì 29 gennaio 2019 alle ore 14:30 nella Sala Gare della Città Metropolitana di Genova - Piazzale Mazzini 2, 3° piano - si terrà la seduta pubblica di apertura delle offerte tecniche.
Titolo comunicazione: 
Ammissione alla procedura
Descrizione comunicazione: 
Si comunica che nella sezione "ALLEGATI" è stato pubblicato l'Atto dirigenziale 334/2019 relativo all'ammissione alla procedura di gara
Data comunicazione: 
02/04/2019
Titolo comunicazione: 
Convocazione seduta di apertura delle Offerte Economiche - 8 aprile 2019- ore 10.00
Descrizione comunicazione: 
Si comunica che il giorno lunedì 8 aprile 2019 alle ore 10:00 nella Sala Gare della Città Metropolitana di Genova - Piazzale Mazzini 2, 3° piano - si terrà la seduta pubblica di apertura delle offerte economiche.
Data comunicazione: 
09/04/2019
Titolo comunicazione: 
Prospetto di gara
Descrizione comunicazione: 
Nella sezione Allegati è presente il Prospetto di gara

Chiarimenti

N. 33 del 07/01/2019
Domanda: In relazione all'"Allegato C – Dichiarazione di offerta" si richiede gentilmente se per la sua compilazione si debba far riferimento alla forza lavoro che si prevede di utilizzare nel servizio oggetto della concessione.
Risposta:

Come esplicitamente riportato nell’Allegato C, l’operatore economico dovrà dichiarare, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 95, comma 10, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, propri costi della manodopera relativamente ai servizi/lavori oggetto di gara.

N. 32 del 07/01/2019
Domanda: Si richiede, gentilmente, se per la redazione del progetto sia ammesso l’utilizzo di carattere di dimensione inferiore a 11 per le tabelle/schemi.
Risposta:

La relazione, su carta formato A4, in carattere Arial, corpo del testo 11, dovrà comporsi di un numero massimo di 20 facciate. Tale tipologia di carattere è richiesta per tutte le parti dell’offerta.

N. 31 del 07/01/2019
Domanda: Relativamente all'offerta tecnica si richiede, cortesemente, se sia possibile presentare allegati (es. dépliant, certificazioni ecc…) oltre al numero di facciate previsto dagli atti di gara per l’eventuale approfondimento di quanto trattato all'interno del progetto. In caso di risposta affermativa, si richiede altresì conferma che tali allegati saranno oggetto di valutazione.
Risposta:

Nel numero massimo di facciate che compongono l’offerta tecnica non sono computate le schede tecniche, gli elaborati grafici, le rappresentazioni in forma di rendering, l’eventuale materiale fotografico, ed eventuali ulteriori allegati che comunque non saranno oggetto di valutazione da parte della commissione giudicatrice.

N. 30 del 07/01/2019
Domanda: Con riferimento all'offerta tecnica si chiede se l’indice e la copertina siano escluse dal numero massimo di 20 facciate.
Risposta:

Si conferma che l’indice e la copertina sono escluse dal conteggio del numero massimo di 20 facciate.

N. 29 del 27/12/2018
Domanda: Nella documentazione di gara a disposizione sul sito, non sembra essere pubblicato il disciplinare di gara dedicato alla procedura. Si chiede conferma della mancanza di tale documento.
Risposta:

Si veda la risposta fornita al quesito n. 11.

N. 28 del 27/12/2018
Domanda: I presidi per l’incontinenza sono a carico del Concessionario? Si chiede stima annua del consumo.
Risposta:

Si conferma che i presidi per l’incontinenza sono a carico del Concessionario.
In relazione alla stima di detti oneri, fermo restando quanto espresso al quesito n. 26, si rinvia ai dati forniti in relazione alla capienza e all’occupazione della struttura nonché alle tipologie degli ospiti nei report mensili relativi al servizio oggetto della concessione riferiti alle annualità 2015, 2016 (indisponibile il mensile di novembre), 2017 e 2018 (fino al mese di agosto).

N. 27 del 27/12/2018
Domanda: Il materiale di consumo per l’igiene degli ospiti è a carico del Concessionario? Si chiede stima annua del consumo.
Risposta:

Si conferma che il materiale di consumo è a carico del Concessionario.
In relazione alla stima si rinvia a quanto precisato al chiarimento precedente.

N. 26 del 27/12/2018
Domanda: A quanto ammonta il costo del materiale per la manutenzione ordinaria dei locali (pulizia e igienizzazione spazi interni e bagni) e degli spazi esterni?
Risposta:

La valutazione di detta voce di costo è rimessa al concorrente e tiene conto della proposta gestionale e organizzativa che lo stesso è chiamato a formulare in sede di offerta, in coerenza con quanto previsto al punto a.3) Gestione dei servizi alberghieri dell’articolo 9.1 “Relazione metodologica del progetto offerta”.
Si ricorda che il criterio di aggiudicazione della concessione, fondato sull’offerta economicamente più vantaggiosa, prevede la formulazione da parte dell’operatore economico concorrente di un progetto di gestione autonomo e originale in coerenza con le condizioni prestazionali e contrattuali i cui contenuti non si limitano a riprodurre l’assetto organizzativo del gestore uscente.

N. 25 del 27/12/2018
Domanda: Il servizio infermieristico rivolto a terzi di cui all’art. 17 del Capitolato come viene remunerato?
Risposta:

Il servizio infermieristico rivolto a terzi costituisce un servizi aggiuntivo, la cui attivazione è prevista su richiesta del concedente per i soli residenti nel territorio comunale.
Il Progetto Offerta, all’articolo 9.1 “Relazione metodologica”, punto b) “Servizi aggiuntivi e altri servizi eventuali “, prevede espressamente che il costo di detti servizi sia posto a carico dell’utenza (“Il concorrente dovrà illustrare il contenuto e le modalità di erogazione dei servizi aggiuntivi previsti all’art.17 del Capitolato speciale d’oneri (fatta eccezione per il servizio di somministrazione pasti a terzi oggetto, di un apposito criterio valutativo), specificando anche i relativi prezzi a carico dell’utenza”).

N. 24 del 27/12/2018
Domanda: Quale strumentazione informatica minima è richiesta per il servizio?
Risposta:

Non si richiede alcuna strumentazione informatica minima, l’operatore economico valuta e propone in sede di offerta la strumentazione e gli applicativi che ritiene necessari alla prestazione dei servizi richiesti coerentemente alla proposta gestionale formulata e conformemente alle specifiche inserite nei documenti di gara.

N. 23 del 27/12/2018
Domanda: La lavanderia piana attualmente viene affidata a ditta esterna? Tale servizio si configura come subappalto?
Risposta:

Il Capitolato Speciale d’Oneri specifica, all’articolo 13 punto b), che il servizio di lavanderia (anche relativamente alla biancheria piana) rientra tra quelli compresi nella concessione.
Le Condizioni Contrattuali, all’articolo 16, indicano l’attività di lavanderia tra quelle subappaltabili, previa autorizzazione del committente.
Non si ritiene rilevante, ai fini della formulazione dell’offerta, la richiesta relativa alle modalità adottate a tale proposito dall’attuale concessionario.

N. 22 del 27/12/2018
Domanda: È richiesto il servizio di smaltimento rifiuti speciali?
Risposta:

In qualità di gestore della struttura è necessario che il concessionario provveda ad adempiere a tutte le necessità inerenti l’attività, compreso lo smaltimento dei rifiuti speciali, così come specificato all’articolo 10 delle Condizioni Contrattuali.

N. 21 del 27/12/2018
Domanda: In qualità di interessati alla partecipazione alla procedura in oggetto indicata si chiede, ex art. 22 e ss. L.241/90, di conoscere se parti del servizio oggetto di gara sono di nuova costituzione o se già gestiti ed in tal caso chiede di conoscere il nominativo della società che li gestisce.
Risposta:

L’attuale gestore della struttura è la società Punto Service S.R.L.
Costituiscono servizi di nuova istituzione quelli indicati all’articolo 17 “Servizi aggiuntivi” del Capitolato Speciale d’Oneri.

N. 20 del 27/12/2018
Domanda: La scrivente impresa gestisce Residenze Sanitarie Assistenziali (R.S.A) e Case di Riposo in Piemonte per conto dell'A.S.L., si chiede se le medesime possano essere considerate analoghe alle Residenze Protette e di Mantenimento.
Risposta:

Si ritiene che siano analoghi e assimilabili alla gestione di residenza protetta i corrispondenti requisiti maturati nella gestione di RSA e tanto anche alla luce della D.G.R. Liguria n. 941/2012, citata nel Capitolato alla “Normativa di riferimento per la gestione dei servizi” Art.6.

N. 19 del 27/12/2018
Domanda: Si chiede di indicare il monte ore, diviso per figura, utilizzato per determinare il costo della manodopera.
Risposta:

Nella sezione “ALLEGATI” del sito della Stazione Unica Appaltante, si trova l’allegato relativo al personale in servizio presso il gestore uscente.
Il costo della manodopera stimato dalla Stazione Unica Appaltante ai sensi dell’articolo 23, comma 16 del Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 è rapportato all’impiego di personale previsto dall’attuale gestione. Tuttavia ogni concorrente è chiamato ad esprimere, nell’ambito della propria iniziativa gestionale e organizzativa, dell’esperienza acquisita e del rispetto della disciplina corrente, un progetto di articolazione del servizio autonomo, in sintonia con quanto richiesto dalla documentazione di gara.

N. 18 del 27/12/2018
Domanda: Si chiede di indicare l’importo medio annuo per le manutenzioni (impianti, struttura, aree esterne, …).
Risposta:

L’articolo 19 del Capitolato Speciale d’Oneri ed in particolare dal punto 19.1 pone in capo al concessionario di provvedere a tutte le opere di manutenzione ordinaria necessarie al mantenimento della funzionalità e dell’efficienza dell’intera struttura; sono, invece, poste a carico del Comune di Lumarzo le opere di manutenzione straordinaria.
L’incidenza di dette spese potrà essere valutata dal concorrente nel corso del sopralluogo obbligatorio previsto presso la struttura, in ragione dello stato di efficienza e di conservazione della stessa.

N. 17 del 27/12/2018
Domanda: Si chiede di indicare il monte ore annuo per il servizio infermieristico rivolto a terzi
Risposta:

Il servizio infermieristico rivolto a terzi costituisce un servizio aggiuntivo, come da previsione contenuta all’art. 17 del Capitolato Speciale d’Oneri, di nuova attivazione e non previsto dal contratto attualmente in esecuzione, pertanto la quantificazione del relativo monte ore annuo non è assolvibile.

N. 16 del 27/12/2018
Domanda: Il D.Lgs. 50/2018, modificato dal correttivo del 19/04/2017 stabilisce che a far data dal 18 aprile 2018 il Documento di gara unico europeo (DGUE) dovrà essere reso disponibile esclusivamente in forma elettronica, nel rispetto di quanto previsto dal Codice dei contratti pubblici (art. 85, comma 1), pertanto, per le procedure di gara bandite dal 18 aprile 2018, le stazioni appaltanti predisporranno ed accetteranno il DGUE in formato elettronico secondo le disposizioni del DPCM 13 novembre 2014 e quindi i documenti di gara dovranno contenere le informazioni sullo specifico formato elettronico del DGUE, l’indirizzo del sito internet in cui è disponibile il servizio per la compilazione del DGUE (LINK) nonché il file.xml e le modalità con le quali il DGUE elettronico deve essere trasmesso dall’operatore economico alla stazione appaltante. SULLA BASE DI QUANTO INDICATO SI CHIEDE DI INDICARE IL LINK NONCHÉ IL FILE.XML PER LA PROCEDURA IN OGGETTO LA MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DEL MOD. DGUE
Risposta:

Premesso che nell’interesse del concorrente si ritiene preferibile l’utilizzo dei modelli di domanda prodotti dalla Stazione Appaltante (Mod.A1, Mod.B1 e Mod.B2) in quanto predisposti avendo riguardo ai requisiti specificamente richiesti dalla procedura, si specifica che nella sezione “ALLEGATI” è stato inserito il relativo file .XML che potrà essere gestito, tramite il portale https://ec.europa.eu/tools/espd/filter?lang=it al fine della compilazione del DGUE.

N. 15 del 27/12/2018
Domanda: Per il servizio accompagnamento ospiti per visite siamo a richiedere: • numero dei automezzi da mettere a disposizione per svolgere il servizio • tipo/caratteristiche degli automezzi: specificare se atti al trasporto di • utenti con carrozzella e in caso affermativo quanti mezzi devono avere tale attrezzatura • tipologia e numero dei mezzi utilizzati dall'attuale gestore • chilometraggio mensile effettuato dall'attuale gestore o storico chilometri • se sia previsto un rimborso chilometrico
Risposta:

Il servizio di accompagnamento degli ospiti della struttura a visite specialistiche o ricoveri urgenti è attualmente soddisfatto avvvalendosi dei mezzi messi a disposizione dalle pubbliche assistenze operanti sul territorio.
L’operatore economico concorrente, in sede di offerta tecnica, può formulare soluzioni alternative definendo, nell’ambito della propria organizzazione d’impresa, modalità organizzative, numero e dotazione dei mezzi dedicati al servizio.
Il corrispettivo del servizio è compreso nella retta corrisposta dall’ospite.

N. 14 del 27/12/2018
Domanda: Per il servizio di somministrazione pasti a terzi siamo a richiedere: • Media giornaliera pasti a terzi somministrati in sede • Media giornaliera pasti a terzi consegnati fuori sede • numero dei automezzi da mettere a disposizione per svolgere il servizio • tipo/caratteristiche degli automezzi • tipologia e numero dei mezzi utilizzati dall'attuale gestore • chilometraggio mensile effettuato dall'attuale gestore o storico chilometri • se sia previsto un rimborso chilometrico
Risposta:

Il servizio di cui trattasi, compreso tra i “servizi aggiuntivi” di cui all’art. 17, non rientra tra quelli oggetto dell’attuale concessione, pertanto non possono essere forniti dati storici relativi al servizio.
L’erogazione del servizio, previsto dalla documentazione contrattuale tra quelli aggiuntivi, è resa dal concessionario attraverso la propria capacità organizzativa, solo nel caso in cui lo stesso venga richiesto dal concedente. Il prezzo del pasto, risultante dall’offerta aggiudicataria, si ritiene comprensivo di ogni spesa a carico del concessionario.

N. 13 del 27/12/2018
Domanda: Si chiede di indicare l’esatta intestazione completa di indirizzo, a cui vanno intestati i documenti di gara (cauzione, istanza, …)
Risposta:

La domanda di partecipazione deve essere recapitata all’indirizzo indicato al punto 6.4 (Recapito della domanda) delle Norme di partecipazione. Per quanto concerne l’intestazione della cauzione provvisoria, si rimanda al punto 8.2 (Modalità di costituzione della garanzia) delle Norme di partecipazione

N. 12 del 27/12/2018
Domanda: In merito alle certificazioni rilasciate da diverse Amministrazioni o Enti pubblici, si precisa che la Legge 183/2011, art. 15 c 1 prevede che “Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47”. Dal momento che le attestazioni di buon esito richieste non possono essere prodotte dalla concorrente in quanto devono essere richieste dalla Vs. Amministrazione, si chiede se al posto delle certificazioni la Scrivente possa produrre autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000; diversamente, si chiede come debba agire la Scrivente per la dimostrazione dei requisiti richiesti al fine della partecipazione alla procedura in oggetto.
Risposta:

Si ribadisce che, al fine della dimostrazione dei servizi analoghi di cui al punto III.1.4) del Bando, il concorrente, in caso di eventuale aggiudicazione o, comunque, su richiesta della Stazione Appaltante, dovrà provvedere alla dimostrazione, tramite il sistema AVCPass, di quanto autocertificato in sede di presentazione della domanda di partecipazione. In caso di committenti pubblici, le attestazioni di buon esito richieste sono quelle rilasciate all’operatore economico concorrente a seguito della verifica finale di conformità delle prestazioni svolte.
Si ricorda che dette attestazioni dovranno espressamente indicare l’oggetto della prestazione (con sintetica descrizione), l’importo, qualora richiesto, la data di inizio e fine, le quote di esecuzione in caso di raggruppamento temporaneo.

N. 11 del 27/12/2018
Domanda: Nella documentazione di gara non risulta allegato il disciplinare di gara menzionato nel Bando. Potete pubblicarlo oppure indicare se non è previsto
Risposta:

Le Norme di partecipazione, alla voce “Definizioni” individuano il disciplinare di gara “nelle disposizioni che regolano la partecipazione alla procedura di affidamento, contenute nel bando di gara [o nella lettera d’invito], nelle norme di partecipazione e nei relativi allegati” .
Il disciplinare è pertanto costituito dall’insieme della documentazione di gara e contrattuale pubblicata sul sito istituzionale della Stazione Unica Appaltante e così definita: Bando, Norme di partecipazione, Condizioni generali, Capitolato speciale d’oneri, Progetto offerta.

N. 10 del 27/12/2018
Domanda: In ottemperanza alla legge 241/90 e s.m.i si chiede di conoscere il nominativo dell’attuale gestore del servizio e quali siano gli attuali prezzi di gestione o in alternativa di avere copie delle precedenti delibere di aggiudicazione.
Risposta:

Il gestore della struttura è la società Punto Service SRL.
Le tariffe vigenti e applicate dall’attuale gestore sono state approvate con Deliberazione della Giunta comunale n. 9 assunta in data 03.02.2018.

N. 9 del 27/12/2018
Domanda: Nel caso in cui il servizio di lavanderia venga esternalizzato, si chiede se quest’ultimo possa considerarsi mera fornitura.
Risposta:

Valgono le considerazioni di cui al chiarimento n. 8.

N. 8 del 27/12/2018
Domanda: 8. Nel caso in cui il servizio di ristorazione venga esternalizzato, si chiede se quest’ultimo possa considerarsi mera fornitura
Risposta:

Il servizio di ristorazione rientra tra le attività per le quali l’articolo 18 delle Condizioni Generali di Contratto ha previsto che in caso di affidamento a terzi, si configura il ricorso al subappalto.
Si rinvia a quanto ulteriormente specificato al chiarimento n. 6

N. 7 del 27/12/2018
Domanda: Si chiede conferma che il triennio precedente di riferimento sia 2015-2016-2017
Risposta:

Se il “triennio precedente” è riferito al periodo di riferimento utile ai fini del possesso dei requisiti requisito di capacità economico-finanziaria e tecnica-professionale richiesti dal bando di gara, si conferma che occorre avere riguardo al triennio precedente la pubblicazione del bando, avvenuta in data 11 dicembre 2018, così come si evince dalla documentazione di gara
Se, invece, il quesito si riferisce all’andamento storico degli introiti relativi alle rette, così come riportato nei documenti di gara, il periodo di riferimento è il 2015/2017. Negli allegati tecnici sono stati inseriti anche i dati relativi alle mensilità afferenti al corrente anno, fino al mese di agosto 2018.

N. 6 del 27/12/2018
Domanda: Con la presente siamo a richiedere in quale tipologia si debbano far rientrare l’affidamento a terzi, opportunatamente ed obbligatoriamente qualificati di servizi quali: smaltimento rifiuti sanitari, derattizzazione e deblattizzazione. Nello specifico si richiede se gli stessi si intendano comunque subappalti (con l’obbligo di segnalazione della terna) o se possano, più propriamente, ricondursi a mera fornitura di servizi esclusa dalla necessità di presentazione della terna e relativo PASSOE
Risposta:

L’articolo 18 delle condizioni generali di contratto ha individuato le attività per le quali, in caso di affidamento a terzi, si configura il ricorso al subappalto: in particolare per quanto riguarda le prestazioni di derattizzazione e deblatizzazione si ritiene che le stesse debbano essere comprese tra le attività di disinfestazione, espressamente indicate.
Lo smaltimento di rifiuti sanitari, se non eseguito direttamente dall’operatore economico, può essere affidato a terzi nelle sole forme e con i limiti previsti dal combinato disposto degli articoli 174 e 105 del Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50. Quest’ultima norma, in particolare, individua i criteri quantitativi in presenza dei quali si configura il ricorso al subappalto o, piuttosto, l’affidamento di un subcontratto. Spetta all’operatore economico quantificare e comprovare la sussistenza delle condizioni che qualificano il rapporto in termini di subcontratto.
Con riferimento all’obbligo di indicazione della terna di subappaltatori, si rinvia a quanto espressamente previsto in relazione all’affidamento dei contratti di concessione dall’articolo 174, comma 2 del Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
Qualora ricorrano le condizioni per l’indicazione della terna di subappaltatori, ciascuno degli operatori economici indicati dovrà essere inserito nel PASSOE allegato alla domanda di partecipazione.

N. 5 del 27/12/2018
Domanda: Si chiede conferma che la documentazione di cui all’Allegato E per la comprova dei requisiti sia da fornirsi (e pertanto caricare sul sistema AVCPASS) in caso di eventuale aggiudicazione
Risposta:

Si conferma che la documentazione a comprova di quanto autocertificato ai fini del possesso dei requisiti speciali di partecipazione indicati nel Bando di Gara dovrà essere prodotta mediante il sistema AVCPass in caso di eventuale aggiudicazione o, comunque, su richiesta della Stazione Appaltante.

N. 4 del 27/12/2018
Domanda: In riferimento alle certificazioni per le riduzioni della cauzione provvisoria, si chiede se quest’ultime possano essere rese in copia conforme all’originale
Risposta:

Si, è sufficiente che l’autenticità delle copie venga autocertificata dal sottoscrittore della domanda di partecipazione alla procedura di gara.

N. 3 del 27/12/2018
Domanda: Si chiede se la cauzione provvisoria vada intestata a Stazione Unica Appaltante della Città Metropolitana di Genova
Risposta:

Si conferma che la cauzione provvisoria da allegarsi alla domanda di partecipazione debba essere intestata alla Città Metropolitana di Genova. Si rimanda per maggiori dettagli a quanto esplicitato nelle Norme di partecipazione.

N. 2 del 27/12/2018
Domanda: Si chiede di conoscere il nominativo dell’attuale gestore
Risposta:

L’attuale gestore della struttura è la società Punto Service SRL

N. 1 del 11/12/2018
Domanda: Indicazioni per chiedere il sopralluogo
Risposta:

Diversamente da quanto indicato nel bando, si precisa che l'indirizzo mail a cui inoltrare le richieste di sopralluogo, è il seguente:

tiziano.stevanato@comune.lumarzo.genova.it