Gara ID4373

Accordo Quadro per la concessione del servizio di ristorazione scolastica dei Comuni di Bogliasco, Pieve Ligure, Recco e Sori – Appalto verde

Bando di gara

Generali
Tipo procedura: 
Genere: 
ID Gara: 
4373
Oggetto gara: 
Accordo Quadro per la concessione del servizio di ristorazione scolastica dei Comuni di Bogliasco, Pieve Ligure, Recco e Sori – Appalto verde
Importo complessivo: 
€ 2.939.996,00
Descrizione generale: 

L’Accordo Quadro ha per oggetto la concessione del servizio di ristorazione scolastica negli asili nido, nelle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado del territorio delle Amministrazioni aderenti.
L’importo a base di gara è al netto di Iva e/o di altre imposte e contributi di legge ed è comprensivo degli oneri per la sicurezza dovuti a rischi da interferenze, calcolato su quattro anni è pari ad € 2.939.996,00.
L’importo degli oneri per la sicurezza da interferenze è pari a € 1.700,00 annui, Iva e/o altre imposte e contributi di legge esclusi e non è soggetto a ribasso.
I costi della manodopera corrispondenti alle prestazioni contrattuali sono stati stimati su base annua in € 401.309,45#.
Finanziamento: con risorse di bilancio dei Comuni aderenti all’accordo.

Lotti
Lotti: 
Genere: 
Lotto: 
Lotto 1
Amministrazione Aggiudicatrice: 
Città Metropolitana di Genova
Criterio aggiudicazione: 
Offerta economicamente più vantaggiosa
Descrizione lotto: 
L’Accordo Quadro ha per oggetto la concessione del servizio di ristorazione scolastica negli asili nido, nelle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado del territorio delle Amministrazioni aderenti. L’importo a base di gara è al netto di Iva e/o di altre imposte e contributi di legge ed è comprensivo degli oneri per la sicurezza dovuti a rischi da interferenze, calcolato su quattro anni è pari ad € 2.939.996,00. L’importo degli oneri per la sicurezza da interferenze è pari a € 1.700,00 annui, Iva e/o altre imposte e contributi di legge esclusi e non è soggetto a ribasso. I costi della manodopera corrispondenti alle prestazioni contrattuali sono stati stimati su base annua in € 401.309,45#. Finanziamento: con risorse di bilancio dei Comuni aderenti all’accordo.
Codice CIG: 
863527565B
Importo lotto: 
€ 2.939.996,00
Nominativo RUP: 
Stefano Semorile
Comunicazioni
Comunicazioni: 
Data comunicazione: 
09/03/2021 to 01/04/2021
Titolo comunicazione: 
Sostituzione Allegato "Personale in servizio"
Descrizione comunicazione: 
E' stato sostituito l'Allegato "Personale in servizio", in quanto era riportata una indicazione non corretta per mero errore materiale.
Data comunicazione: 
11/03/2021 to 01/04/2021
Titolo comunicazione: 
Sostituzione Allegato "Personale in servizio"
Descrizione comunicazione: 
E' stato sostituito l'Allegato "Personale in servizio", in quanto era riportata una indicazione non corretta per mero errore materiale.
Data comunicazione: 
30/03/2021 to 04/04/2021
Titolo comunicazione: 
Collegamento in streaming seduta di ammissione
Descrizione comunicazione: 
Si comunica che la seduta di ammissione si svolgerà in data 2 aprile 2021 a partire dalle ore 9:30 e potrà essere seguita in streaming collegandosi al seguente link: https://youtu.be/0nEBCEy5OlA oppure https://www.youtube.com/watch?v=0nEBCEy5OlA oppure http://bit.ly/ID4373
Punto di acquisto: 
Stazione Unica Appaltante

Chiarimenti

N. 28 del 30/03/2021 Domanda:

Collegamento in streaming per seduta di ammissione


Risposta:

Si comunica che la seduta di ammissione si svolgerà in data 2 aprile 2021 a partire dalle ore 9:30 e potrà essere seguita in streaming collegandosi al seguente link:
https://youtu.be/0nEBCEy5OlA
oppure https://www.youtube.com/watch?v=0nEBCEy5OlA
oppure http://bit.ly/ID4373

N. 27 del 26/03/2021 Domanda:

In riferimento alla gara in oggetto, e relativamente all’art. 8, Sezione G Diete Speciali, del Progetto Offerta, si chiede di specificare se la dicitura "garantire la qualità dei piatti proposti e la corrispondenza degli alimenti a quelli somministrati nel menù ordinario" preveda la stesura di menù da allegare alla Relazione Progettuale (Offerta Tecnica).


Risposta:

La stesura di menù da allegare alla Relazione Progettuale (Offerta Tecnica) relativamente all’art. 8, Sezione G Diete Speciali, del Progetto Offerta è facoltativa; gli eventuali menù allegati, in ogni caso, non rilevano per quanto riguarda il computo massimo di pagine di cui si compone la relazione Progettuale (OT).

N. 26 del 25/03/2021 Domanda:

Si chiede di chiarire tale punto:
- con riferimento all'art.10 del CSO, si evince che per le scuole di infanzia di Recco è prevista la somministrazione delle merende durante il pomeriggio;
- nell'allegato 1-"Dati ristorazione scolastica", invece, con riferimento alle medesime scuole sono state stimate numero ZERO merende.
Quale delle due opzioni è da tenere in considerazione? Nel caso di effettiva presenza di merende si chiede di quantificarle.


Risposta:

Il dato contenuto nell’ “Allegato 1 – Dati Ristorazione Scolastica”, relativamente alle merende stimate nelle scuole dell’Infanzia del Comune di Recco, è frutto di un mero errore materiale e dunque non è da tenere in considerazione.
Nelle Scuole dell’Infanzia del Comune di Recco la merenda pomeridiana viene distribuita a tutti i bambini presenti. Ai bambini che usufruiscono del servizio di trasporto scolastico la merenda pomeridiana viene distribuita in appositi sacchettini non graffettati. Nelle Scuole dell’Infanzia, inoltre, a metà mattina viene distribuita la frutta che dovrebbe essere servita al termine del pranzo (compresa quindi nel pasto).
Il numero di merende pomeridiane (non comprese nel pasto) deve essere, quindi, così quantificato:
- Scuola Infanzia – Plesso di Via Milano: max 77 giornaliere dal lunedì al venerdì;
- Scuola Infanzia – Plesso di Megli: max 24 giornaliere dal lunedì al venerdì;
- Scuola Infanzia – Plesso di S.Rocco: max 41 giornaliere dal lunedì al venerdì.

N. 25 del 25/03/2021 Domanda:

Si chiede se gli erogatori di acqua presenti nei refettori siano di proprietà del comune, o dell'attuale ditta, e si chiedono relativi costi di manutenzione.


Risposta:

L’erogatore dell’acqua è presente esclusivamente nei refettori del Comune di Sori e la relativa manutenzione è a carico del gestore. I costi della manutenzione, comunque di entità molto ridotta, sono quelli ordinari di gestione degli erogatori e dipendenti dalle modalità di gestione stesse scelte da ogni gestore.

N. 24 del 25/03/2021 Domanda:

Si chiede di specificare cosa si intende relativamente al criterio (a.2) " Modalità di rapporto con i committenti" previsto dall’art 8. Sez. A punto (a.2) del Progetto Offerta.


Risposta:

Relativamente al criterio (a.2) " Modalità di rapporto con i committenti", si comunica che i partecipanti devono fare riferimento a quanto indicato allo stesso art. 8 sez. A punto (a.2) del Progetto Offerta. Oggetto di valutazione è la capacità dei partecipanti di indicare in modo completo e dettagliato quella che ritengono essere la migliore modalità di rapporto con i committenti.

N. 23 del 25/03/2021 Domanda:

In sede di sopralluogo è emerso che presso tutti i plessi, il numero degli utenti giornalieri destinati al consumo del pasto, sono diversificati nei diversi giorni della settimana. A tal proposito, al fine di poter effettuare una più puntale e precisa proposta organizzativa ed economica per il servizio dedicato, si chiede di comunicare la distinzione numerica dei pasti medi presunti e previsti per ciascun giorno della settimana e per ciascun plesso oggetto dell'appalto.


Risposta:

A seguito di ulteriore richiesta inoltrata ai Comuni aderenti all’Accordo Quadro, si indica quanto segue:

Bogliasco:
• Asilo Nido: circa 22 pasti al giorno dal lunedì al venerdì;
• Scuola Infanzia: circa 57 pasti al giorno dal lunedì al venerdì;
• Scuola Primaria: lunedì, mercoledì e venerdì circa 107 pasti al giorno; martedì e giovedì circa 198 pasti al giorno;
• Scuola secondaria di primo grado “Golfo Paradiso”: solo mercoledì e venerdì circa 11 pasti al giorno;

Pieve Ligure:
• Asilo Nido: circa 10 pasti al giorno dal lunedì al venerdì;
• Scuola Infanzia: circa 30 pasti al giorno dal lunedì al venerdì;
• Primaria (solo 3 rientri): lunedì, mercoledì e giovedì, circa 75 pasti al giorno;

Recco:
• Scuola Infanzia – Plesso di Via Milano: circa 85 pasti al giorno dal lunedì al venerdì;
• Scuola Infanzia – Plesso di Megli: circa 24 pasti al giorno dal lunedì al venerdì;
• Scuola Infanzia – Plesso di San Rocco: circa 43 pasti al giorno dal lunedì al venerdì;
• Scuola Primaria: lunedì e mercoledì circa 277 pasti al giorno; martedì e giovedì circa 238 pasti al giorno; venerdì circa 170 pasti;
Presso la Scuola Secondaria di Primo Grado non è prevista la somministrazione del pasto agli alunni. Vi è la possibilità che vengano fatti progetti specifici di durata annuale per piccoli gruppi di alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado (mediamente n. 12 partecipanti) per alcuni giorni alla settimana (mediamente n. 2 giorni) - es. doposcuola, che prevedono il consumo del pasto presso il refettorio di Via Massone. Al momento non sono in corso tali progetti e non è possibile fare una stima per i prossimi anni scolastici.

Sori:
• Scuola Infanzia: circa 46 pasti al giorno dal lunedì al venerdì;
• Scuola Primaria: lunedì, mercoledì e venerdì circa 86 pasti al giorno; martedì e giovedì circa 156 pasti al giorno;

N. 22 del 24/03/2021 Domanda:

Si richiede di indicare l'orario di distribuzione delle merende nei diversi plessi, al fine di definire una corretta organizzazione.


Risposta:

Bogliasco:
• Nell’Asilo Nido la merenda è solo veicolata entro le 9:30;
• nella Scuola Infanzia la merenda viene consegnata all’ora di pranzo e viene poi distribuita in uscita;

Pieve Ligure:
• la merenda è prevista solo per l’Asilo Nido e la stessa è solo veicolata entro le 9:30;

Recco:
• nelle Scuole Infanzia la merenda pomeridiana viene distribuita alle ore 15:00 circa (a metà mattina viene distribuita la frutta che dovrebbe essere servita al termine del pranzo);
• per quanto riguarda la Scuola Primaria, in quest’ultima è attivo il progetto merenda: la distribuzione finalizzata all’eventuale consumo della merenda, come indicato quotidianamente dalle famiglie, avviene al mattino durante la ricreazione;

Sori: non è prevista la distribuzione della merenda in alcun plesso scolastico.

N. 21 del 24/03/2021 Domanda:

In riferimento al Chiarimento n. 14 del 16/03/2021 e alla pubblicazione del file .pdf “ID.4373_INSOLUTI ULTIME 3 ANNUALITÀ”, è corretto interpretare che l'ammontare indicato in tabella, per ogni singolo comune, rappresenta il totale a cumulo degli ultimi tre anni degli insoluti?


Risposta:

Sì, è corretto interpretare il dato relativo agli insoluti, attinente ad ogni singolo comune, come il totale a cumulo degli ultimi tre anni.

N. 20 del 24/03/2021 Domanda:

Poiché per il Comune di Recco sono presenti due centri di cottura come da pag. 6 del CSA (Via Massone n° 47 e Via Milano n° 2) quale centro debba essere utilizzato per la consegna dei pasti presso le altre sedi scolastiche del Comune di Recco e precisamente per l'infanzia di Via Cornice Golfo Paradiso n° 11 e la scuola dell'Infanzia "S.Rocco" in via S.Rocco n.23?


Risposta:

Per la preparazione dei pasti per la Scuola dell’Infanzia di Via Cornice Golfo Paradiso e la scuola dell’Infanzia di Via S. Rocco deve essere utilizzato il centro di cottura di Via Milano.

N. 19 del 22/03/2021 Domanda:

Si richiede conferma che l'importo sul quale calcolare la cauzione provvisoria sia l'importo a base di gara calcolato sui 4 anni di € 2.939.996,00 e riportato al punto II.2.14) del Bando, poiché il punto 6.2 delle "Norme di partecipazione" non lo definiscono.


Risposta:

Si conferma che come stabilito dall’art. 93 del Codice dei Contratti Pubblici, l’offerta è corredata da una garanzia provvisoria pari al 2% dell’importo a base di gara, salvo quanto previsto all’art. 93, comma 7, del Codice.
Si conferma, quindi, che la cifra corrispondente al 2% dell’importo a base di gara, nel caso di specie, risulta pari ad € 58.799,92.

N. 18 del 19/03/2021 Domanda:

Si richiede la possibilità di avere le planimetrie dei locali cucina in formato DWG.


Risposta:

Si comunica che sono stati pubblicati gli allegati contenenti le planimetrie in formato .pdf dei refettori di ciascun Comune. Si segnala che:
- per quanto riguarda il Comune di Pieve è disponibile solamente la planimetria della scuola primaria;
- per quanto riguarda il Comune di Recco, relativamente alla planimetria della scuola primaria di via Massone, si fa presente che nella stessa è indicato il reticolo relativo agli apparecchi di illuminazione a tubi fluorescenti di cui non bisogna tenere conto.
Si comunica che le planimetrie in formato .dwg non sono disponibili e che, in ogni caso, si ritiene che tramite il sopralluogo obbligatorio possano essere adeguatamente soddisfatte le esigenze necessarie ai fini della formulazione dell’offerta.

N. 17 del 19/03/2021 Domanda:

Con la presente siamo a richiedere la pubblicazione delle planimetrie dei locali oggetto di gara in formato .dwg e pdf.


Risposta:

Si comunica che sono stati pubblicati gli allegati contenenti le planimetrie in formato .pdf dei refettori di ciascun Comune. Si segnala che:
- per quanto riguarda il Comune di Pieve è disponibile solamente la planimetria della scuola primaria;
- per quanto riguarda il Comune di Recco, relativamente alla planimetria della scuola primaria di via Massone, si fa presente che nella stessa è indicato il reticolo relativo agli apparecchi di illuminazione a tubi fluorescenti di cui non bisogna tenere conto.
Si comunica che le planimetrie in formato .dwg non sono disponibili e che, in ogni caso, si ritiene che tramite il sopralluogo obbligatorio possano essere adeguatamente soddisfatte le esigenze necessarie ai fini della formulazione dell’offerta.

N. 16 del 19/03/2021 Domanda:

Buongiorno,
in riferimento alla Modalità di compilazione della domanda di partecipazione, di cui al punto 5.3 delle Norme di partecipazione, ove è richiesto di allegare ricevuta di pagamento dell'imposta di bollo (Mod F 23 dell'Agenzia delle Entrate), si richiedono i riferimenti dei codici:
UFFICIO ENTE, CODICE TRIBUTO E CAUSALE da inserire nel modello per il pagamento.


Risposta:

L'imposta di bollo, di importo pari a 16 € dovrà essere pagata per ogni modello di domanda presentato (A e B). Nel caso in cui il concorrente abbia pagato le imposte di bollo dovute per la presente procedura (busta amministrativa ed economica) in un'unica soluzione, dovrà allegare la relativa ricevuta in entrambe le buste. Il pagamento della suddetta imposta potrà avvenire tramite il modello F213 dell'Ag. delle Entrate con indicazione: dati identificativi del concorrente (campo4: denominazione o ragione sociale prov., cod.fiscale); dati identificativi della Stazione Appaltante (campo5: CMG, piazzale Mazzini 2, 16122 Genova CF: 80007350103); codice ufficio o ente (campo6: TLG); Codice tributo (campo11: 456T); descrizione pagamento (campo12: "imposta di bollo ID4373"). In alternativa l'operatore economico può applicare una marca di valore di 16€ annullata su un foglio con il nome della gara ed i riferimenti dell'operatore.

N. 15 del 17/03/2021 Domanda:

Nel modello C1, l'indicazione della percentuale offerta in più per la carne bovina, deve intendersi solo biologica oppure anche certificata (non bio) come previsto dai CAM (es. Coalvi)?


Risposta:

L'articolo 5 del Progetto Offerta prevede che:
“La Commissione giudicatrice attribuirà, sulla base delle dichiarazioni rese, un punteggio per l’inserimento di prodotti biologici con percentuali aggiuntive rispetto a quanto previsto dall’Allegato 3 “Caratteristiche merceologiche derrate alimentari” del Capitolato Speciale d’Oneri, sulla base dei seguenti criteri:
[…]
punti 1,50 per offerta del 10% in più di carne bovina biologica certificata a menù rispetto al 50% già previsto dal capitolato (tot. 60 % di carne di origine biologica).”
Quindi nel modello C1 l'indicazione della percentuale in più per la carne bovina ai fini dell'attribuzione del relativo punteggio, fa riferimento esclusivamente a quella biologica.

N. 14 del 16/03/2021 Domanda:

Pubblicazione allegato denominato ID.4373_INSOLUTI ULTIME 3 ANNUALITA'.


Risposta:

E' stato pubblicato un allegato denominato ID.4373_INSOLUTI ULTIME 3 ANNUALITA'.

N. 13 del 16/03/2021 Domanda:

In sede di sopralluogo è emerso che presso tutti i plessi, il numero degli utenti giornalieri destinati al consumo del pasto, sono diversificati nei diversi giorni della settimana. A tal proposito, al fine di poter effettuare una più puntale e precisa proposta organizzativa ed economica per il servizio dedicato, si chiede di comunicare la distinzione numerica dei pasti medi presunti e previsti per ciascun giorno della settimana e per ciascun plesso oggetto dell'appalto.


Risposta:

Il numero di utenti stimati e i giorni di consumo delle classi sono già stati indicati nell’Allegato 1 del Capitolato a cui si fa esplicito riferimento. Non è possibile indicare una distinzione numerica di utenti tra i giorni della settimana.

N. 12 del 16/03/2021 Domanda:

In sede di sopralluogo è emerso che in alcuni plessi il consumo del pasto sta avvenendo nelle classi (per giustificati motivi) e non presso i refettori (es. Bogliasco); si chiede conferma quindi che il progetto offerta e relativa organizzazione, dovrà comunque essere predisposta con distribuzione presso i refettori (come indicato nei documenti di gara) e non nelle singole classi.


Risposta:

Si conferma che la proposta progettuale deve essere predisposta conformemente a quanto disposto nel Capitolato Speciale d’Oneri, nel quale è previsto il normale consumo presso i refettori.

N. 11 del 15/03/2021 Domanda:

Si chiede l'attuale prezzo di gestione sia del pasto che della merenda e l'attuale gestore del servizio per ciascun Comune .


Risposta:

E' stato pubblicato un allegato denominato ID.4373_COSTO ATTUALE PASTO E MERENDA E ATTUALE GESTORE, con le relative informazioni.

N. 10 del 11/03/2021 Domanda:

Sostituzione Allegato "Personale in servizio"


Risposta:

E' stato sostituito l'Allegato "Personale in servizio", in quanto era riportata una indicazione non corretta per mero errore materiale.

N. 9 del 09/03/2021 Domanda:

In riferimento alla sezione D) dei criteri di attribuzione del punteggio è corretto interpretare che ogni concorrente debba presentare una propria Carta della Qualità dei Servizi?
Se sì e considerata la difficoltà a produrre in tempo utile una Carta per ciascun Comune (una carta per Bogliasco, Pieve Ligure, Recco e Sori), in fase progettuale a titolo esemplificativo, è possibile presentare una sola Carta a comprova dei contenuti e delle informazioni forniti all’utenza?


Risposta:

In sede di offerta ogni concorrente dovrà presentare una Carta della Qualità dei Servizi “tipo”, che si impegnerà a declinare successivamente per ogni Comune, anche secondo le caratteristiche dei plessi, in caso di aggiudicazione della gara.

N. 8 del 09/03/2021 Domanda:

Sostituzione Allegato "Personale in servizio".


Risposta:

E' stato sostituito l'Allegato "Personale in servizio", in quanto era riportata una indicazione non corretta per mero errore materiale.

N. 7 del 09/03/2021 Domanda:

Si chiede di chiarire se le utenze dei Centri Cottura (Energia Elettrica, Gas e Acqua) sono a carico dei Comuni o del Concessionario


Risposta:

Le spese relative alle utenze energetiche restano a carico dei Comuni.

N. 6 del 09/03/2021 Domanda:

È corretto che le spese relative alle utenze energetiche e della tassa rifiuti restano a carico degli Enti?


Risposta:

Si conferma che le spese relative alle utenze energetiche e alla tassa rifiuti restano a carico degli Enti.

N. 5 del 08/03/2021 Domanda:

È corretto interpretare che ogni allegato C1 di ciascun partecipante al RTI debba essere sottoscritto anche dagli altri operatori economici del RTI?


Risposta:

Si, è corretto.

N. 4 del 08/03/2021 Domanda:

In riferimento alla dichiarazione di offerta allegato C1 ed in caso di partecipazione in RTI, è corretto che ogni ditta partecipante al RTI dovrà compilare il punto B Certificazioni di Qualità e sottoscrivere in digitale il Modello?


Risposta:

Si, è corretto.

N. 3 del 08/03/2021 Domanda:

In riferimento alla dichiarazione di offerta allegato C2, per differenziale, s’intende la differenza tra il prezzo posto a base d’asta ed il prezzo offerto?


Risposta:

Il differenziale è la differenza tra il prezzo unitario a base di gara ed il valore del prezzo unitario della singola offerta.

N. 2 del 08/03/2021 Domanda:

È corretto che le morosità reiterate non riscosse restano in capo ai singoli Comuni?


Risposta:

Essendo una Concessione, i Committenti non possono in alcun modo coprire le morosità degli utenti.
In caso di “gravi morosità” ed eventualmente in base al caso specifico, da valutare da parte del/dei comune/i di volta in volta, l’Ufficio Scolastico può supportare la ditta nella gestione dei solleciti, eventualmente convocando la famiglia direttamente o mettendola in contatto con i servizi sociali, qualora fosse ritenuto necessario.
La gestione degli insoluti rimane comunque totalmente a carico del Concessionario.

N. 1 del 05/03/2021 Domanda:

Si richiede di confermare che l'obbligo di indicare la terna dei subappaltatori è sospeso fino al 31/12/2021, ai sensi dell'1, comma 18, secondo periodo della legge 55/2019 e dell'art. 13, comma 2, lettera c) della legge 21/2021. Ciò in quanto l'art. 22.1 delle Condizioni Generali allegate alla presente procedura di gara recita:
"Prima di rilasciare l'autorizzazione, il Committente deve comunicare, entro cinque giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta, alla Stazione Appaltante:
a) la denominazione del subappaltatore individuato nell'ambito della terna;
b) le prestazione oggetto di subappalto e il relativo importo".
Dalla lettura del suddetto articolo, infatti, si evincerebbe un dovere di indicare in fase di gara la terna dei subappaltatori.


Risposta:

Si conferma che l’obbligo di indicare la terna dei subappaltatori risulta sospeso fino al 31/12/2021 come disposto dall’art. 1, comma 18, secondo periodo, della legge n. 55 del 2019, e dell'art. 13, comma 2, lettera c), legge n. 21 del 2021.
Per quanto riguarda il punto a) dell’art. 22.1 delle Condizioni Generali, relativamente alle sole parole “individuato nell’ambito della terna” si precisa che quest’ultime sono da ritenersi mero refuso da non tenere in considerazione.